The Event Horizon

"Il punto di non ritorno"

Lettura e interpretazione di una carta nautica

Le carte nautiche riportano le seguenti informazioni

    • titolo, si riferisce alla zona rappresentata

    • reticolo geografico, meridiani e paralleli
    • scala delle latitudini e delle longitudini
    • declinazione magnetica, all'interno delle rose altazimutali
    • rilievo idrografico: linea di costa, fondali, isobate o batimetriche, secche, scogli, ostacoli, boe, natura del fondale, ancoraggi, cavi sottomarini ecc.
    • rilievo topografico, punti cospicui, fari, fanali
    • linea di base. Linea dalla quale vengono misurate le 12 miglia del mare territoriale

Le carte sono contrassegnate come:

    • nuova pubblicazione (NP)

    • nuova edizione (NE)
    • ristampe (R)

Gli istituti idrografici di varie nazioni stanno producendo una cartografia più omogenea basato su un protocollo tecnico valido in campo internazionale, durante questa fase di transizione le carte forniranno sia la nuova nomenclatura in inglese che la vecchia in italiano.

Fare riferimento alla pubblicazione 1111 (chiamata carta 1111 perché all'origine era una carta allegata al manuale ufficiale di rotta Mur) che riporta simbologia e abbreviazioni sia nel nuovo che nel vecchio formato.

 

Titolo

Al di sotto del titolo sono riportate:

    • Tipo do proiezione

    • scala della carta e parallelo medio di riferimento

    • abbreviazioni della natura dei fondali

    • unità di misura relative a fondali ed elevazioni

    • altezza del livello medio del mare (Z0) riferiti a livello degli scandagli

    • Datum della carta

    • avvertenze

    • date dei principali rilievi

    • zona rappresentata ed elenco grafico delle carte a scala più grande disponibii

 

Datum – Sistema di riferimento

Il Datum fornisce la misura, forma e orientamento del sistema di coordinate usate nella cartografia. La forma di riferimento e l'ellissoide di rotazione, che è il modello matematico che più si avvicina alla forma della terra. Il Wgs-84 (World Geodedic System 1984) definisce un datum (ne esistono altri) di validità mondiale, con assi di riferimento geocentrici.

Le cartografie di nuova edizione, così come i GPS si basano su questo Datum, ed è per questo che latitudine e longitudine rilevati di sistemi GPS si possono riportare sulla carta senza alcuna correzione.

Nelle carte di vecchia edizione basate sul Datum Roma 1940 bisogna riportare le coordinate del GPS correggendole di un valore indicato fra le avvertenze sotto il titolo della carta.

 

Numerazione

La numerazione segue un determinato ordine che corrisponde alla zona che rappresenta. Quando il numero è affiancato dalla lettera D significa che questa è una mappa da usare solo a scopo didattico, infatti tali carte non vengono aggiornate e sono stampate su carta più economica. Le carte di nuova edizione riportano (in colore magenta) anche la numerazione internazionale che precede quella nazionale INTxxxx(yyy)

 

Tipi di fondale

Sulle carte nautiche sono indicati i simboli che identificano la natura dei fondali, tra parentesi viene riportata la nomenclatura internazionale

s

sabbia

G

ghiaia

Cn (Sh)

conchiglie

f (M)

fango

P

ciottoli piccoli

s.f. (S.M.)

sabbia e fango

Cy

argilla

Cb

ciottoli grandi

a (Wd)

erbe marine

Si

melma

r (R)

roccia

Oy

Ostriche

p (St)

pietre

Cr

corallo

Ms

cozze

 

Profondità

Nella cartografia italiana la profondità è espressa in metri. Il livello di riferimento è quello relativo alle basse maree, in questo modo il navigante non potrà trovarsi in fondali più bassi rispetto a quelli indicati nella carta.

 

Isobate o batimetriche

Sono linee che congiungono punti con la stessa profondità

 

Rosa azimutale

Vene sono di due modi diversi in base all'edizione della carta. Le carte di nuova edizione riportano una freccia orientata verso la direzione del Nord magnetico, in base al valore di declinazione magnetica della zona e l'anno di riferimento.

 

Aggiornamento

L'aggiornamento avviene tramite le informazioni riportate sugli “avvisi ai Naviganti” emanati dall'istituto idrografico della marina militare. Tali aggiornamenti possono essere reperiti presso le Capitanerie di porto, e sono riunite in apposite raccolte sotto la voce “aggiornamenti”.

 

Sulle carte la data dell'aggiornamento è riportato in basso a sinistra.

category: 
Powered by Drupal