The Event Horizon

"Il punto di non ritorno"

Nautica

Carta nautica: tipologia e scala

Tue, 2013-12-17 18:21 -- Lossodromico


Le carte nautiche si differenziano per due fattori, il metodo proiettivo Mercatore o gnomonico e la scala di riduzione.

Da bonifacio a colavolpe

La scala è una caratteristica molto importante della carta nautica e consiste nel rapporto di riduzione fra la distanza sulla terra e quella rappresentata sulla carta.

Questa proporzione viene rappresentato da una frazione fra due numeri, per esempio, nella frazione 1:350000 il numeratore rappresenta un qualsiasi segmento di lunghezza unitaria (1mm 1cm 1m...) misurato fra due punti e il denominatore rappresenta il valore reale della distanza sulla terra degli stessi due punti, quindi nel nostro esempio 1cm sulla carta equivale a 3,5km.

 

 
 
 
 
 

Uso delle squadrette nautiche: Misuriamo gli angoli

Sat, 2013-07-20 20:28 -- Lossodromico

Nel carteggio per misurate gli angoli (rotta e rilevamento) si usano le squadrette nautiche, queste sono a forma di triangolo isoscele in cui i due lati uguali formano un angolo di 90°. Squadretta NauticaL'ipotenusa, il lato più lungo, è il lato di tracciamento gli altri due lati sono suddivisi a intervalli di un grado. Ogni suddivisione indica due angoli i cui valori differiscono di 180°, di volta in volta bisognerà scegliere l'angolo corretto in base alla direzione.

Per misurare un angolo bisogna posizionare il centro della squadretta su un qualsiasi meridiano della carta nautica, ruotare l'ipotenusa nella direzione desiderata si legge l'angolo sull'intersezione fra il meridiano e il lato della squadretta.

 

Rotta, Prora e Rilevamento

Sat, 2013-07-20 20:11 -- Lossodromico

Quando navighiamo sempre considerarci idealmente al centro della rosa azimutale la quale si sposta insieme a noi, nella stessa direzione e con la stessa velocità, in questo modo, in ogni istante, è sempre possibile fare riferimento alle varie direzioni, rispetto all'orizzonte, che si prendono. Nascono cosi i concetti di rotta, prora e rilevamento.

 

Orientamento

Sat, 2013-07-20 19:38 -- Lossodromico

Supponiamo di essere in un punto qualsiasi in mezzo all'oceano, guardandoci intorno ci sentiremo al centro di una circonferenza delimitata dall'incontro tra cielo e mare, (orizzonte), l'ampiezza di tale circonferenza è maggiore tanto quanto noi (osservatore) siamo in alto. Non avendo alcun riferimento non sapremmo come muoverci, quindi abbiamo la necessità di ricorrere ad un sistema di riferimento, in modo da poter individuare una qualsiasi direzione.

Coordinate Orizzontali

Guardiamoci dall'alto, e vedremo una circonferenza (orizzonte) con al centro noi (osservatore) per questo punto passano due rette un meridiano e un parallelo il primo identifica la direzione Nord-Sud il secondo la direzione Est-Ovest. Queste direzioni li possiamo approssimare in questo modo:

Nord: direzione della Stella Polare.
Sud: direzione del passaggio del sole a mezzogiorno.
Est: direzione del sorgere del sole.
Ovest: direzione del tramonto del sole.

 
 
 

Pages

Powered by Drupal
Subscribe to Front page feed