The Event Horizon

"Il punto di non ritorno"

10 motivi che creano immagini sfocate

1. La velocità di chiusura dell'obbiettivo troppo lenta

Una regola che potrebbe essere seguita quando si scatta a mano libera è usare una velocità che sia 1/LF (LF = lunghezza focale) scattare con valori inferiori potrebbe causare del mosso.

2. troppa fiducia nel VR

La riduzione delle vibrazioni è utile ma non miracolosa scattare con VR attivato permette di recuperare degli stop, quindi aumenta la probabilità di successo non garantisce il risultato.

3. Il soggetto si muove

Quando un soggetto si muove il fatto di tenere la macchina fotografica ferma e VR attivo non permette di produrre immagini nitide, per evitare immagini/soggetti mossi bisogna diminuire i tempi di esposizione.

4. Iso troppo elevati

A volte si aumentano gli iso per poter mantenere i tempi di esposizione a valori accettabili ma questo aumento di ISO produce più rumore generando una perdita di dettaglio. Le macchine hanno degli algoritmi di riduzione di rumore ma anche questi riducono ulteriormente i dettagli.

5. Profondita di campo

Della profondità di campo abbiamo parlato qui.
Se facciamo un ingrandimento dell'immagine potremmo notare che gli oggetti che teoricamente dovrebbero essere a fuoco non lo sono perfettamente, vi ricordate dei circoli di confusione?

6. Apertura della lente troppo piccola

Aperture piccole del diaframma producono immagini con una profondità di campo maggiore e quindi aree più grandi a fuoco. Questa ha due conseguenze la prima e il fatto che bisogna aumentare i tempi di posa per far entrare più luce l'altra conseguenza è che si presenta il fenomeno della diffrazione, che consiste nel fatto che la luce man mano che il foro si restringe cambia direzione. Questo effetto produce immagini più “soffici”

7. Messa a fuoco errata

Oggi le macchine fotografiche hanno tanti punti di messa a fuoco ma usando questo automatismo può capitare che venga messo a fuoco qualcosa che non si vuole, in questi casi meglio usare un punto fisso di messa a fuoco o addirittura mettere a fuoco manualmente. Alcune macchine fotografiche permettono di mettere a fuoco e bloccare il punto di messa a fuoco tramite un tasto e quindi si può ricomporre la scena senza che venga rieseguita la messa a fuoco.

8. Scatti ravvicinati a mano libera

Quando si è molto vicini al soggetto la profondità di campo è molto ridotta (vedi qui) e un minimo movimento crea un disastro, anche se si prova a stare fermi si rischia di ottenere comunque un pessimo risultato. In questi casi è d'obbligo un treppiedi.

9. Fuoco & Ricomposizione della scena

A volte mettiamo a fuoco il soggetto e col tasto premuto per metà ( o il tasto apposito) ricomponiamo la scena, ma il soggetto si potrebbe spostare e qundi il fuoco considerato non va più bene. In questi casi impostare su AF-C (fuoco continuo)

10. Lente pulita

A volte quando si è in ambienti caldi e umidi si può formare un velo davanti alla lente oppure potrebbero esserci delle impronte sulla lente. Quindi prima di cestinare la macchina fotografica verificate ed eventualmente ripulite la lente.

category: 
Powered by Drupal